Attivo il servizio di consulenza on-line. Per Maggiori informazioni chiama al 339.7775822

I pomodori, le patate, le melanzane, quando acerbi, contengono alti livelli di solanina, una fitotossina prodotta come difesa contro predatori vari, che, se ingerita, provoca disordini intestinali e neurologici.

La solanina va diminuendo con la maturazione della pianta ed è inattivata dalla cottura.

Nelle patate la solanina si forma nelle foglie e nei fusti quando vengono esposti alla luce solare, pertanto è buona regola conservare le patate al buio e sbucciarle in profondità (la solanina si concentra sotto la buccia).

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca sul tasto Cookie Policy