Attivo il servizio di consulenza on-line. Per Maggiori informazioni chiama al 339.7775822

Spinaci, broccoli, cavoli, carote. Chi ne mangia di più potrebbe godere di uno "scudo" supplementare contro la Sla, la Sclerosi laterale amiotrofica, grava malattia degenerativa del sistema nervoso che colpisce i muscoli e compromette il movimento.

I risultati, ancora provvisori, appartengono ad uno studio di uno scienziato italiano della Harvard University, Alberto Ascherio, e sono pubblicati su Annals of Neurology, tra le più importanti riviste del settore. Le ricerche si basano, infatti, sull'osservazione di più di 1 milione di persone, di cui 1.100 nel corso del tempo hanno sviluppato la Sla.

Dieta salva-neuroni – L'analisi dei dati ha permetto di scoprire che le persone che consumano più verdure contenenti beta-carotene e luteina hanno il 25% di rischio in meno di ammalarsi rispetto a chi ne consuma quantitativi modesti. Un consumo elevato di bietole, spinaci e broccoli coincide con almeno 5-6 porzioni al giorno. Per porzione si intende per convenzione il quantitativo di verdura che potrebbe stare in un pugno e non un piatto intero.

 

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca sul tasto Cookie Policy